bootstrap buttons

GRAND PRIX DU VIN SUISSE

“Tutti mi dicono che dovrei essere contento, ma io ho un po’ di amaro in bocca”. Non la digerisce, Roberto Frasa, quella medaglia d’argento sfiorata d’un soffio al Grand Prix du Vin Suisse nella categoria Merlot. “È come cadere a due passi dal traguardo”.

Ma così è la vita e bisogna accettare anche le mezze vittorie. L’importante è che il suo vino abbia raggiunto ottimi risultati. Perché lui, Roberto, non è un professionista. Ha una formazione in elettronica e dirige il settore produzione dell’azienda Juri di Ambrì. In vigna e in cantina ci va di sera e durante i fine settimana, aiutato dai figli, Carlo e Luca, ai quali ha intestato la piccola azienda vitivincola con sede a Prato Leventina.

Ovviamente i vigneti sono più in basso: a Bodio e Giornico, in affitto. Da quelle uve nasce un Merlot che ha il sapore della passione della famiglia Frasa e che, all’assaggio, stupisce anche chi il vino lo fa per professione ed è scettico verso i “dilettanti”.

“Quest’anno facciamo anche un bianco, uno Chardonnay. Produzione limitata: 1'500 bottiglie. Contro le 8'000 circa che produciamo di Merlot”, racconta Roberto Frasa in una pausa della degustazione dell’annata 2012 che si è tenuta il 1° settembre a Lugano.

Anche questa è la realtà vitivinicola in Ticino: piccoli produttori che, grazie a impegno e passione, riescono a produrre grandi vini.